VinoTube intervista gli influencer Instagram più importanti legati al mondo ‘Instagram VINO’, per conoscere le loro storie, sentire i loro consigli legati al mondo della comunicazione e marketing del vino attraverso il social network più popolare del momento!
Oggi conosciamo “TagVINO”.
Buona lettura!

instagram vino marketing del vino TAGVINO VinoTube

TagVINO | Daniela Poni

Sito web: tagVino.it

Quando è nato il tuo progetto di comunicazione del vino e come ti è venuta l’idea di tagVINO?

È un progetto che risale a poco più di un anno fa.

Se devo essere sincera ho aperto il profilo INSTAGRAM tagVINO senza un obiettivo preciso, volevo in qualche modo condividere i miei scatti con la community di Wine Lover.

In poco tempo ho realizzato che avrei potuto iniziare a condividere la terminologia tecnica del settore per promuovere le mie attività linguistiche applicate al mondo dei vini e aprirmi così un varco professionale in questa direzione.

Un giorno poi mi sono resa conto che avrei potuto organizzare dei laboratori di inglese per i professionisti del vino occupandomene direttamente anziché limitarmi ad offrire i miei servizi alle varie associazioni e aziende, che spesso hanno tempi molto lunghi.

Ecco che nasce tagVINOlab: un format nuovo che consiste in un percorso bilingue italiano>inglese il cui focus è la terminologia tecnica e non la teoria del vino o l’insegnamento della sommellerie.

 

Quali sono le competenze che metti a disposizione nel tuo progetto di comunicazione del vino online/offline?

Per quanto riguarda la parte online, principalmente mi occupo di strategia e gestione dei canali social media per aziende e professionisti della Wine Industry.

Inoltre il portale tagVINO.it diventerà un’ottima vetrina per i partner e i coordinatori locali che potranno avere uno spazio dedicato all’interno del sito. Alcuni si sono già ritagliati il loro spazio.

Per quanto riguarda la parte offline, in collaborazione con le aziende del settore organizzo i miei laboratori linguistici tagVINOlab presso la loro sede, garantendo così visibilità alla loro realtà e alle loro etichette attraverso i professionisti che si riuniranno per l’evento (e di riflesso attraverso un’attenta copertura dell’evento sul sito e le piattaforme social).

In alternativa i produttori di vino possono scegliere di inviarmi una o più etichette da degustare durante i laboratori che organizzo a Milano oppure OnTheRoad.

 

Che cosa hai fatto all’inizio per far crescere la tua visibilità su INSTAGRAM?

Ho curato da subito  grafica, layout e contenuti. Ho capito che erano la carta vincente.

Il tasso di unfollow della pagina tagVINO è infatti molto basso, e questo significa che chi visita la mia pagina solitamente decide di seguirla, e raramente la abbandona.

Ciò è dovuto anche al fatto che io offra un vero e proprio servizio linguistico attraverso i post e la raccolta della terminologia nelle stories in evidenza intitolate “Wine English” e consultabili in qualsiasi momento da chi abbia voglia di studiare o ripassare i termini che man mano condivido. 

 

Come definiresti il pubblico che ti segue?

Fedele.

 

Segui un processo specifico nella creazione dei contenuti?

Sì, alterno contenuti linguistici a contenuti fotografici legati a determinate etichette che desidero mettere in evidenza o che ho degustato personalmente.

A proposito, non sono un’esperta della degustazione (Ndr.)

 

Che cosa ha decretato il successo della tua pagina secondo te?

  • La novità.
  • L’ordine grafico.
  • La coerenza stilistica e dei contenuti. 

 

Oltre ad Instagram, usi altri progetti online o offline?

Se ti riferisci agli altri social media, posso dirti che da poco ho aperto il profilo tagVINO su Twitter e che utilizzo FB per la sponsorizzazione degli eventi.

In merito all’offline… c’è sempre qualcosa che bolle in pentola.

Stay tuned!

 

Interviste agli Influencer Instagram Vino: #2 TagVINO

Leggi anche:

INSTAGRAM Vino e Marketing del Vino

INSTAGRAM VINO