fbpx
Tempo di lettura 4 minuti

Premessa doverosa prima di scatenare le ire del web:

ognuno beve quello che gli pare quando pasteggia

Firmato: il Sommelier (paraculo)

Detto questo, ho scritto i classici errori nei quali si può incappare quando si è alle prime armi e si cerca di trovare il giusto abbinamento cibo vino.

La perfezione non esiste, ma nulla vieta di provarci.

O almeno di non rovinare la nostra gustosa esperienza a tavola.

Quindi: partiamo!

 

Bianco pesce / rosso carne

Rischio di errore abbinamento cibo vino: 7

  • Perché: è un concetto superato
  • Soluzione: varietà dei vini esistenti

La prima e più diffusa convinzione direi limitante (più che totalmente scorretta).

E’ vero che si è più propensi a bere vino bianco quando si mangia pesce e vino rosso quando si mangiano piatti di carne, ma prenderlo come dogma è un peccato, perché si escludono a priori abbinamenti interessanti e stimolanti.

Innanzitutto dipende molto da COSA si mangia e da COSA si beve, visto che le variabili sono infinite.

C’è una bella differenza tra un piatto a base di pesce molto delicato come può esserlo un branzino al sale ed un caciucco, eppure sempre pesce è, giusto?

Quindi valuta sempre quanti sono gli ingredienti che compongono il piatto e se ce n’è qualcuno in particolare che domina il palato: quello potrà essere la tua bandiera di riferimento.

Un piatto a base di carne può essere molto delicato se con carni bianche, mentre estremamente intenso e persistente se con selvaggina.

Quindi:

definisci l’intensità e la persistenza di ogni piatto.

Ci sono vini rossi esili e delicati che ben si sposano a piatti vegetariani e bianchi esplosivi e lunghissimi al palato che vanno con secondi di carne saporitissimi.

Io per esempio consiglio spesso il Gewurtztraminer con questi piatti… 😉

 

I dolci con lo Spumante Brut

Rischio di errore abbinamento cibo vino: 9

  • Perché: in bocca senti metallico
  • Soluzione: dolce con dolce!

Direi secondo classico abbinamento scolpito nella memoria famigliare di ognuno di noi.

Panettone e spumante! Torta al cioccolato e champagne!

Praticamente è come mettersi in bocca un pezzo di carta stagnola.

Il DOLCE chiama il DOLCE, non si discute.

Cambiano le tipologie di vino dolce a seconda del dessert stesso, in base ad intensità e persistenza, ma il concetto non cambia.

Unica variazione, con dolci a base di cioccolata, soprattutto amara, può starci anche un buon distillato come Rum, Cognac o Calvados.

 

La bollicina sta su tutto

Rischio di errore abbinamento cibo vino: 6

  • Perché: è una moda del momento
  • Soluzione: valuta più opzioni

Questo è uno degli ultimi slogan nati, figlio del glorioso (e meritato) momento di successo della bollicina, specialmente in Italia.

Anche qui non è completamente sbagliato come suggerimento, ma vanno fatte le giuste considerazioni prima di ordinare una bottiglia di  spumante a tutto pasto.

Perché se si mangiano più piatti, ci troveremo inevitabilmente a trovare qualcosa di sbilanciato in bocca, con il vino che parte slanciato per arrivare col fiato corto alla fine del secondo.

Infatti la bollicina parte avvantaggiata con antipasto e primo: non stanca e lascia il palato pulito.

Ma siamo sicuri che abbia sufficiente carattere per supportare il secondo?

L’ideale secondo me è trovare un compromesso che possa assecondare una buona parte del pasto.

Al massimo, vista la facilità di beva dello spumante, se finisce la bottiglia prima del secondo, ordinatevi un calice a parte più centrato 😉

 

Piccantezza

Rischio di errore abbinamento cibo vino: 8

  • Perché: si amplifica la piccantezza!
  • Soluzione: Scegli vini molto morbidi

Le cucine TROPPO speziate e piccanti è ovvio che totalizzano il palato con le loro sensazioni.

La lingua viene strapazzata e ne esce tramortita la sensibilità ad apprezzare successivamente le sfumature del vino, quindi valutate assaggiando prima il cibo per considerare l’ipotesi che il vino non faccia a pugni col piatto.

Le speziature si possono gestire con vini che abbiano una lunga persistenza olfattiva, ma il piccante è una brutta bestia.

Quindi valutate l’ipotesi di bere vino appena il palato si placa, altrimenti la piccantezza torna prepotentemente in bocca in modo fastidioso.

 

Finocchio/carciofo

Rischio di errore abbinamento cibo vino: 7

  • Perché: crea confusione al palato
  • Soluzione: tenere lontano se crudi

Il finocchio non è nemico del vino, ma più è vicino al crudo, più il suo potere di addormentare il palato sarà potente.

Vi dice niente il detto ‘infinocchiare’?

E’ perché nella notte dei tempi gli osti, prima di servire vino imbevibile, offrivano sempre del finocchio crudo da sgranocchiare…

Il carciofo è altrettanto insinuoso e ovviamente dipende in che modo viene preparato, ma la nota amara e metallica farà a pugni con le parti dure del vino (acidità, tannini).

Optate per vini mordibi.

 

Insalata condita

Rischio di errore abbinamento cibo vino: 9

  • Perché: aceto e vino sono parenti serpenti
  • Soluzione: evitate. Punto

Questo è probabilmente l’abbinamento che va assolutamente evitato come la peste.

L’aceto, ed anche il limone per chi lo sostituisce nel condire l’insalata, proprio non va d’accordo.

Non c’è altro da aggiungere.

 

Ghiacciato/Bollente

Rischio di errore abbinamento cibo vino: 7

  • Perché: il palato non è Terminator
  • Soluzione: dategli un pò di tregua!

Piatti troppo freddi come sorbetti, gelato, torte gelato o troppo caldi come zuppe, minestroni bollenti sono come anestetici per la lingua e meritano di essere gestiti con assoluta calma.

Il freddo è quello più ostico, perchè blocca le nostre percezioni per parecchio tempo, mentre chiaramente nessuno si sognerebbe di mangiare qualcosa di ustionante. Ma anche il troppo caldo strapazza le nostre povere papille gustative.

Quindi se vuoi stupire i tuoi ospiti con abbinamenti arditi, almeno scegli di servire i vini a temperature che si avvicinano alla stessa del piatto.

Aspetta!

Non ti ho detto di servire il vin brulè con il minestrone!

Ma di sicuro non un vino ghiacciato 🙂

 

Ti piacerebbe seguire un Corso di Avvicinamento al Vino ONLINE?

Lasciami il tuo contatto e ti informerò quando sarà disponibile!

 

leggi anche:

Cosa abbinare agli ASPARAGI

Cosa bere con piatti a base di ZUCCA