fbpx
Tempo di lettura 4 minuti

‘Grazie’ Coronavirus.

Non certo per le ingiuste e terribili morti (sigh) sia chiaro

Ma per l’unica cosa positiva che hai stimolato.

Farci aprire gli occhi su nuove opportunità di business online.

  • Gli E-commerce spuntano come funghi
  • Tutti si sono messi a fare video live e a condividere contenuti
  • Gli ultimi hanno capito che vendere vino online è un’interessante opportunità

Quindi tutti si sono buttati a pesce su questo nuovo trend, aspettandosi successi immediati.

Ma purtroppo non funziona così sul web.

Perché tutte queste azioni buttate a caso in internet non portano grandi risultati.

Sono come un sasso lanciato nello stagno, forse qualcuno se ne accorge, ma l’onda sparisce entro poco, senza lasciare tracce utili della nostra comunicazione.

Mentre è tutto ciò che faremo PRIMA di affacciarci sul web che ti aiuteranno ad aumentare la qualità (e quindi il successo) della tua comunicazione del vino online.

 

1. Devi costruire prima la tua solida REPUTAZIONE online

Non c’è niente di più controproducente del non gestirsi da sé la propria reputazione online (o non esserci per niente).

Cosa intendo?

Articoli che parlano della tua azienda, se ci sono su testate giornalistiche o blog altrui da contattare anche meglio, ma anche tuoi articoli pubblicati sul tuo blog.

Chi meglio di te puoi raccontare i tuoi vini online?

E non è un autocompiacimento, perché è materiale super utile a chi cerca informazioni sulla tua cantina prima di decidere di comprare vino online.

 

2. Prima controlla se offri le GIUSTE INFORMAZIONI

Ricontrolla ogni singola pagina del tuo sito, perché ogni pagina deve essere correttamente indicizzata.

Ma assicurati che ci siano anche TUTTE le informazioni davvero utili per chi cerca di informarsi.

  • Schede tecniche (magari anche in inglese)
  • immagini di qualità
  • recensioni (sarebbe l’ideale)
  • informazioni di contatto, etc.

Così come i profili social: leggi se c’è coerenza su ogni social e se parole e immagini sono centrate con la filosofia aziendale.

Coordina tutto sotto un unico ‘tetto’ grafico e di concetti aziendali.

 

3. Devi sapere prima CHI farà COSA

Chi si occuperà delle pubblicazioni? Chi risponderà sui social?

Meglio gestirla in casa o affidarla ad un professionista?

NON IMPROVVISARE è fondamentale, perché al di là rischiare di scrivere castronate, (che può anche succedere che tanto poi si possono aggiustare), la situazione peggiore è

  • il non avere una direzione da seguire con la propria strategia di comunicazione
  • e il non avere le idee chiare su COSA si vuol comunicare.

Per non rischiare di ritrovarsi incartati, senza idee o peggio ancora, di non aver più voglia di starci dietro.

 

4. Lavorare per aumentare la VISIBILITA’ online sui motori di ricerca

Questo è possibile unendo i due punti precedenti utilizzando il tuo Blog aziendale per vendere vino online, direttamente dal tuo sito o linkando i contenuti alle piattaforme di E-commerce.

E’ quello che viene chiamato in gergo ‘Storytelling’ attraverso un piano editoriale.

Contenuti che se realizzati correttamente seguendo tutti i trucchi di un bravo copywriter, ti permettono di posizionare gli articoli in cima alla ricerca di Google, lì proprio dove si incanalano le scelte dei utenti online e tutti cliccano i primi link.

 

5. Fai di tutto per creare una TUA lista contatti

L’arma di web marketing più efficace e performante per fare business è quello di POSSEDERE i propri contatti, e questo lo si fa principalmente raccogliendo mail (ed possibilmente altri dati personali).

Il tutto per poter comunicare direttamente con i nostri utenti della lista che possiamo annoverarli come clienti o potenziali clienti.

Con l’utilizzo di newsletter create ad hoc, sarà così possibile offrire una comunicazione ancora più efficace perché abbiamo già la certezza di poter rivolgerci ad una persona interessata.

Ovviamente da utilizzare con parsimonia, per evitare l’effetto contrario e ciò di essere fastidiosi con mail inutili e troppo frequenti.

6. Iscriviti alle community su Facebook

Le community di Facebook sono una miniera d’oro di nuovi contatti.

Ce n’è di ogni genere: ovviamente quelle che interessano a noi sono quelle che parlano di vino, di degustazioni o di sommelier.

Ma anche quelle che parlano della tua città/provincia/regione o di bellezze turistiche del posto (se decidi di fare visite guidate organizzate o enotour).

Ma come un bravo cercatore di pepite d’oro devi avere pazienza:

non spammare ogni community di post perchè non farà di te il prossimo Paperon dei Paperoni del vendere vino online ma della prossima azienda dalla quale mi terrò alla larga.

Utilizza contenuti davvero interessanti per la community, centrati con il piano di comunicazione che hai deciso di seguire.

Resterai sorpreso dai feedback che ottieni in termini di interesse 😉

 

7. Vendere vino Online per finire Offline: fatti trovare pronto

Dopo tutto sto lavoro online, vuoi che a qualcuno non venga la voglia di venirti a trovare?!

Non dico direttamente in cantina (ben venga) perché magari sei fuori zona, ma a qualche fiera di settore può capitare.

Quindi:

  • dal cartaceo delle brochure,
  • da qualche gadget stiloso da lasciare,
  • a qualche oggetto ‘virale’ da regalare,
  • come lo sfruttare la visita per raccogliere selfie da utilizzare successivamente,

cerca di escogitare qualche idea originale per creare una connessione con i tuoi visitatori.

E non dimenticare di farti lasciare la mail! 😉

 

DESIDERI RICEVERE INFORMAZIONI SUL PROSSIMO

“Corso di Marketing e Comunicazione del vino Online”?

Rimaniamo in contatto!

Compila il form qui sotto per ricevere solo le mail di partenza del prossimo corso!

 

Leggi anche:

NEUROMARKETING E VINO: fai questo per migliorare la tua comunicazione del vino