fbpx
Tempo di lettura 2 minuti

#3 Video Marketing del Vino | PERCHE’ la gente dovrebbe seguirti?

In questa terza puntata di Video Marketing del Vino Online parliamo del PERCHE’ la gente dovrebbe seguirti e come trovare la giusta strategia di comunicazione del vino stimolando il cercello primitivo degli utenti.

Perché? Perché? Percheee???

Chieditelo cinque volte di fila quando stai per creare un contenuto del tuo progetto di marketing del vino online.

  • Pubblico questo, perché?
  • Parlo di questo, perché?
  • Suggerisco questo, perché?

Tranquilli, non sono diventato pazzo anche se proprio a piombo non lo sono.

Ma questa semplice domanda è in grado di trasformarsi in uno strumento efficace e concreto di analisi della nostra comunicazione del vino online.

Perché? 😀

Bene miei cari amici e amiche di VinoTube, oggi cercheremo di dare le giuste risposte e qualche buono spunto utile per la vostra comunicazione del vino online.

Abbiamo chiuso la seconda puntata di marketing del vino online con un’affermazione che è una frase da scolpire nel muro della nostra azienda e cioè:

“Compriamo bisogni e desideri”

Cosa significa?

Che ogni nostro acquisto è mosso da un impulso primario che cerca di andare a soddisfare un desiderio, un bisogno, un’esigenza in quel momento.

Acquistiamo con emotività e poi giustifichiamo l’acquisto con la razionalità.

 

ISTINTI PRIMARI e 3 Cervelli

Ogni desiderio viene soddisfatto da una scelta presa dal nostro cervello primitivo.

Si parla di neuroscienze, quindi di studi sui comportamenti ed impulsi di acquisto e di come questi processi nascano e vengono elaborati dal nostro cervello, per poi essere applicati al marketing.

Ma come si suddividono i cervelli?

Allora il cervello sceglie in tre step di elaborazione che mescolano istinto, emozione e ragionamento.

Tutto inizia con il cervello primario, il cervello rettile, che è quello legato alla nostra parte più primitiva, un cervello legato alla sopravvivenza, la parte più istintiva di noi.

Il processo di elaborazione dell’informazione di questa parte del cervello è velocissimo, istintiva appunto.

Istinti che conosciamo bene: fame, sete, sonno, sopravvivenza (quindi pericolo), ma anche istinto di riproduzione quindi sesso (pulsione).

E tu giustamente ti chiedi cosa c’entri il sesso con il vino, cosa c’entra la sopravvivenza con il vino.

Forse ti verrebbe da pensare che l’unico istinto che potremmo sfruttare per la nostra comunicazione del vino sia la sete, giusto?

Ma se provi ad andare sempre più in profondità delle scelte che prendiamo, capirai qual è il vero istinto primario che determina la nostra scelta.

  • Urgenza? Può essere stimolata con offerte a tempo, limitate.
  • Pericolo? La paura di perdere un’occasione di un acquisto di vino esclusivo.
  • Sesso? La seduzione, lo status simbol che genera il consumare qualcosa di prestigioso rende le persone più intriganti per certe persone.

Vedi quanto è importante quindi saper costruire una comunicazione che sappia parlare questa parte del cervello?

Gli altri due cervelli sono Il cervello emotivo legato alle emozioni che riusciamo a stimolare nella comunicazione.

Il terzo cervello che viene chiamato il cervello nuovo che è l’ultimo sviluppatosi, legato alla razionalità (utilizzato soprattutto per prendere decisioni di acquisto che necessitano più tempo, tendenzialmente quando l’acquisto di vino è particolarmente costoso).

Quindi come vedi sono il primo e secondo cervello che ci fanno prendere decisioni: con il terzo giustifichiamo l’azione appena commessa.

Nella prossimo post affronteremo un altro punto di analisi fondamentale per la costruzione della comunicazione e del vino e non solo, la famosa ANALISI SWOT.

 

Video Marketing del Vino Online #1 Trova ciò che ti RAPPRESENTA

Video Marketing del Vino Online #2 Crea una proposta di VALORE